martedì 11 aprile 2017

Pasqua 2017




Pasqua è una festa cristiana diffusa in tutto il mondo. In quel mondo dove ci sono, pochi o tanti, dei cristiani.
Per l’ Occidente, ed i Paesi influenzati da esso, è una festa grande. Più del Natale? Non saprei. Ma certo venendo a cadere per l’emisfero Nord in primavera ben si combina con la voglia di uscire dall’inverno con tutto ciò che vive.



Siamo tutti cittadini, la campagna ci ricorda le formiche e le zanzare 

e anche quando siamo  ‘amanti della natura' amiamo una natura addomesticata e certificata, come quella dei parchi e quella offerta dalle agenzie turistiche.


sabato 25 marzo 2017

25 marzo 1957 – 25 marzo 2017


 
Oggi 25 marzo 2017, festa dell’Annunciazione della Nascita di Nostro Signore - o dell’Annunziata come dicono a Firenze - tutti in Italia  accentrano la loro attenzione sulla cerimonia romana del 60°  della Comunità Economica Europea divenuta poi Unione Europea.


E’ una celebrazione, un ricordo del passato ma alla ricerca di un buon auspicio per gli sviluppi futuri.

domenica 12 febbraio 2017

Democrazia o Kulturkampf ?



Sui giornali tedeschi più influenti si parla spesso del nazional-conservatorismo della chiesa polacca


che sarebbe alleata con un governo sciovinista ed antieuropeista. Tra le prove di questa deviazione anti-illuminista  ed anti-liberale si portano prese di posizione di un vescovo polacco che ha consigliato di votare per i partiti che erano contro la legislazione liberalizzante l’aborto. Lasciando da parte ‘le ideologie’ che guidano giornali come lo Spiegel, la Zeit, la Frankfurter Allgemeine o la Sueddeutsche, vorrei riflettere sulla posizione cattolica oggi in Europa. Su di una posizione che sia sostenibile da parte nostra, anche se magari queste ‘ideologie’ non la accetterebbero.

martedì 24 gennaio 2017

Difficile pregare una Forza Cosmica...



Nella nostra epoca scientifica e tecnologica, 

si diffonde un nuovo pensiero illuministico. “ Io non credo in nessun Dio delle religiosi tradizionali, ma qualche cosa come una Forza non posso negarla”. Oppure:” Non ho argomenti per negarne l’esistenza…” ma di fatto non gioca alcun ruolo nella (mia) esistenza e nella (mia) condotta.

Quì sta il problema. 

La visione scientifica del mondo (del quale l'umanità fa parte, senza esserne più il vertice) ha soppiantato in molti contemporanei il racconto biblico e le sue implicazioni religiose. In nome della imparzialità cognitiva consideriamo il problema Dio da un punto di vista filosofico, umanamente neutro quindi, non religioso.